PASSAPORTO E VISA

Passaporto e visti

Il Passaporto è il documento di riconoscimento internazionalmente riconosciuto ed è rilasciato dalla Polizia di Stato nella Questura competente o nelle rappresentanze diplomatiche e consolari all’estero. E’ un documento della durata decennale che non si rinnova alla sua data di scadenza. Il passaporto elettronico cartaceo, un libretto di 48 pagine, è dotato di un microchip in copertina e all’interno contiene i dati anagrafici del titolare oltre la sua foto e le impronte digitali.

Il passaporto italiano apre 155 porte dei Paesi nel mondo. Ed è il quarto più potente al mondo. Siamo fortunati e possiamo visiti tare una discreta fetta del pianeta.

 

 

 

Come richiederlo?

La domanda per richiedere il passaporto può essere presso i seguenti uffici:

  • Questura
  • ufficio passaporti del commissariato di Pubblica Sicurezza
  • stazione dei Carabinieri
  • Sul sito della Polizia di Stato per richiederlo direttamente online eliminando le code di attesa.

Documenti necessari per ottenerlo

Per richiedere il passaporto l’interessato deve presentare, oltre al modulo stampato con cui richiede il rilascio del documento, la seguente documentazione:

  • un documento di riconoscimento in corso di validità di cui si consiglia di portare anche una fotocopia oltre all’originale
  • 2 fotografia formato tessera uguali e recenti. Se si indossano occhiali da vita possono essere tenuti in foto solo se le lenti sono trasparenti e la montatura non alteri la fisionomia. Lo sfondo delle foto deve essere bianco
  • La ricevuta di pagamento per il passaporto ordinario: 42,50 euro da versare con bollettino sul conto corrente 67422808 intestato a Ministero dell’Economia e delle Finanze – dipartimento del tesoro indicando come causale “importo per il rilascio del passaporto elettronico” “importo per il rilascio del passaporto elettronico”. Negli uffici postali sono disponibili dei bollettini pre compilati
  • Un contrassegno amministrativo che può essere acquistato presso una rivendita di valori bollati dell’importo di 33,21 euro. In precedenza il contrassegno era di 73,50 euro ma l’importo è cambiato il 24 giugno 2014 quando è stata abolita la tassa annuale del passaporto da 40,29 euro.

Se i deve richiedere un nuovo passaporto per deterioramento o per scadenza insieme alla documentazione deve essere consegnato anche il vecchio documento deteriorato o scaduto.

 

VISTI

 

Il visto di ingresso è l’atto con il quale uno Stato dà a un individuo straniero il permesso di accedere nel proprio territorio, per un certo periodo di tempo e per determinati fini. È internazionalmente noto col nome breve di VISA.

E’ bene ricordare che il passaporto nella maggior parte dei casi dovrà avere sempre una validità residua di 6 mesi e  un po’ di pagine libere per ottenere i Visti.

Gli italiani possono visitare ben 174 Stati senza la necessità di ottenere il visto di ingresso. Per gli altri Paesi è invece necessario ottenerlo nelle ambasciate o consolati in Italia o anche nelle ambasciate del Paese che si intende visitare in giro per il mondo.

Vi sono diversi tipi di visti che permettono di fare cose diverse; Visto turistico, Visto di transito, Visto multiplo, Visto di lavoro, Visto Working Holiday.

Per quanto ci riguarda cercherò di ottenere la VISA di Iran, Pakistan e India dall’Italia mentre Myanmar, Nepal e Cambogia li chiederò durante il viaggio. Chiederemo visti turistici e per L’India un visto multiplo di 6 mesi.

Ottenere il Visto per il Pakistan per entrare in moto non sembra essere facile… ma esistono escamotage per ottenerlo.